fbpx
This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit. quis bibendum auci elit.

Instagram feed

+ 01145928421 SUPPORT@ELATED-THEMES.COM

Bonus mobili 2021: gli incentivi per arredare casa

HomeNewsBonus mobili 2021: gli incentivi per arredare casa

Bonus mobili 2021: gli incentivi per arredare casa

bonus mobili 2021

Con la proroga delle agevolazioni e il tetto di spesa che aumenta fino a 16.000 euro, il 2021 è senz’altro l’anno giusto per pensare ad un nuovo look per la tua casa. Il bonus mobili è usufruibile per tutti gli ambienti, cucina, living, zona notte e bagno, l’importante è che prima si ristrutturi.

La legge di Bilancio approvata a dicembre, ha confermato e prorogato al 31 dicembre 2021 gli incentivi per chi intende rinnovare gli arredi della propria casa, aumentando il tetto di spesa detraibile fino a 16.000 euro. I contribuenti possono usufruire della detrazione fiscale sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici acquistati nel 2021 se hanno eseguito al contempo lavori di ristrutturazione edilizia collegati alla stessa casa a partire dal 1 gennaio 2020.

La detrazione Irpef del 50% si calcola su una spesa massima di 16.000 ma comprensiva anche delle spese di trasporto e montaggio. Per poter accedere al bonus bisogna dimostrare di aver effettuato lavori di ristrutturazione non prima del 1 gennaio 2020 e di aver effettuato l’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici (di classe non inferiore alla A+ e classe A per forni e lavasciuga) dopo la data di ristrutturazione. I lavori di ristrutturazione devono essere regolarmente denunciati tramite pratica edilizia presso il Comune con CILA SCIA o DIA.

Per quanto riguarda l’acquisto, è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico, carta di credito o di debito (bancomat).

Quali prodotti rientrano nel bonus mobili 2021?

bonus mobili 2021Il bonus è valido per l’acquisto di arredi nuovi e quindi letti, armadi, librerie, contenitori, imbottiti, tavoli, materassi e apparecchi di illuminazione. Non rientrano invece porte, pavimenti, tende e altri complementi. Si può usufruire della detrazione anche se i beni acquistati sono destinati ad una stanza diversa da quella oggetto della ristrutturazione.

Per quanto riguarda gli  elettrodomestici, è obbligatorio comunicare all’ENEA entro 90 giorni dalla data dell’acquisto i dati relativi all’acquisto dei grandi elettrodomestici destinati ad arredare l’immobile oggetto della ristrutturazione e per i quali si richiede il bonus, accedendo al sito www.detrazionifiscali.enea.it.

Se vuoi approfondire tutti  i dettagli ed essere aggiornato sulle ultime novità normative leggi la guida Bonus mobili ed elettrodomestici – pdf.