fbpx
This is Photoshop's version of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit. quis bibendum auci elit.

Instagram feed

+ 01145928421 SUPPORT@ELATED-THEMES.COM

Bonus mobili 2019: come risparmiare il 50%

HomeNewsBonus mobili 2019: come risparmiare il 50%

Bonus mobili 2019: come risparmiare il 50%

Hai in progetto di ristrutturare casa?
Anche quest’anno si rinnova il Bonus Mobili, che ti permetterà di detrarre ben il 50% delle spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Lo stesso vale per ristrutturazioni antecedenti al 2019, a partire da Gennaio 2018.

Potrai detrarre la metà delle spese di arredamento e per piccoli e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ (A per i forni), pagando tramite bonifico, carta di debito o carta di credito.

Per beneficiare del bonus è importante sapere che bisogna comunicare all’ENEA i lavori svolti o in svolgimento, entro 90 giorni dal termine degli stessi.

Come richiedere il rimborso?
Semplice: in sede di presentazione della tua dichiarazione dei redditi. Per le spese sostenute nel 2019, lo sconto fiscale sarà riconosciuto a partire dal 2020 e il rimborso dell’Irpef sarà erogato in dieci rate annuali di pari importo.

Se esegui lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrai diritto al bonus più volte.
L’importo massimo di 10.000 euro va, infatti, riferito a ciascuna unità abitativa che è oggetto di ristrutturazione.

Hai diritto a questa detrazione per lavori di:

  • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia sul tuo appartamento.
    I lavori di manutenzione ordinaria come la tinteggiatura, la sostituzione di pavimenti, la sostituzione di infissi, il rifacimento di intonaci interni, non danno diritto al bonus;
  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile;
  • manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni del condominio.

» Contattaci via telefono o tramite mail, o vieni a trovarci nella nostra sede a Monte Sant’Angelo, saremo lieti di rispondere alle tue domande e di progettare i tuoi spazi sui tuoi desideri.